Le buone notizie di David Byrne

Le notizie che ogni giorno affollano telegiornali, radio e smartphone alle volte sono deprimenti. È dovuto forse anche a questo il successo delle fake news. Le notizie che i media propongono al pubblico sono più o meno obbligate, seguono una determinata linea editoriale, una gerarchia ben precisa che mette spesso poi necessariamente in risalto i fatti più dolorosi.

È forse partendo da questo principio che David Byrne, artista e storico frontman dei Talking Heads, ha scelto di fondare Reasons to be Cheerful, una rivista cui linea editoriale si basa essenzialmente sul guardare a ciò che succede nel mondo con un po’ di sano ottimismo. “Qualcuno potrebbe dire che concentrarsi sulle cose positive è solo un modo per distrarsi - sostiene lo stesso Byrne nel video di presentazione – ma io non sono d’accordo. Penso che sia fondamentale per evitare di arrendersi. Ci dà energia, ci tiene impegnati, ci unisce. Forse ci offre anche una visione del mondo più veritiera di quella che ci viene mostrata di solito”.

Sul sito si legge: “Raccontiamo storie che rivelano che ci sono, in effetti, un numero sorprendente di motivi per sentirsi allegri. Molte di queste ragioni si presentano sotto forma di soluzioni intelligenti, comprovate e replicabili ai problemi più urgenti del mondo. Siamo qui per parlarvi di alcuni di questi. Attraverso rapporti dettagliati, le nostre storie bilanciano un senso di sano ottimismo con rigore giornalistico e trovano motivo di speranza. Siamo in parte una rivista, in parte una sessione di terapia, in parte un progetto per un mondo migliore”.

Lo slogan della rivista infatti è “Un tonico in tempi tumultuosi”. A scrivere articoli anche lo stesso David Byrne, l’ultimo sull’energia nucleare ha ricevuto la risposta del collega Brian Eno. “Reasons to Be Cheerful – si continua a leggere nella sezione “about” del sito – è stata fondata dall’artista e musicista David Byrne, che crede nel potere di avvicinarsi al mondo con curiosità: nell’arte, nella musica, nella collaborazione e nella vita. Sotto lo stendardo della Arbutus Foundation di Byrne, Reasons to be Cheerful incarna questa sensibilità, applicandola ora al futuro del nostro mondo. Attraverso storie di speranza, radicate nell’evidenza, Reasons to be Cheerful mira a ispirare tutti noi a essere curiosi su come il mondo può essere migliore e a chiederci come possiamo essere parte di quel cambiamento”. 

Agi